Pubblicato da: magazinearche | dicembre 21, 2008

Cinema

GLI INTOCCABILI- RUBRICA DI CINEMA

Di Fabrizio Cirnigliaro

http://cubepark.wordpress.com/

Bassa Finanza

Titolo originale: Wall Street
Anno:1987
Nazione:Stati Uniti d’America
Durata:124 min

Regia:Oliver Stone
Cast
Michael Douglas
Charlie Sheen
Daryl Hannah

Buddy Fox è un giovane broker neolaureato, pronto a tutto per ottenere il successo, che sfrutta una notizia “confidenziale” rivelata dal padre (Martin Sheen), operaio e sindacalista di una compagnia aerea in piena crisi, per attirare le simpatie, e i soldi, del cinico finanziere Gordon Gekko (Michael Douglas, che verrà premiato con l’Oscar per il miglior attore protagonista). Inizia cosi una collaborazione fra i due che farà ottenere a Buddy il successo tanto sognato, ma la ricerca della sua felicità si scontrerà presto con l’avidità senza limiti di Gordon Gekko,. Dopo aver vinto l’Oscar per Platoon , Oliver Stone decide di tornare in America per raccontare l’ingordigia dei finanzieri di Wall Street e il crollo del sogno americano, realizzando così il suo capolavoro. Il regista scrive il film prima del crollo mondiale delle borse del 1987 e da allora quando si parla di canaglie nell’ambito dell’alta finanza non si può non pensare a Gordon Gekko. Rivedere quest’opera di Stone oggi fa una certa impressione. Probabilmente la crisi finanziaria dell’ ‘87 è stata sottovalutata, furono in molti a pensare che la descrizione dell’alta finanza e degli imprenditori del regista fosse una “farsa”. Tra i temi principali del film l’“inside trading”, le speculazioni immobiliari, gli imprenditori che acquistano compagnie aeree da un giorno all’altro…ma qualcosa è cambiato negli ultimi 20 anni? Sono dell’idea che con questo film Oliver Stone abbia voluto lanciare un campanello di allarme, ma che il suo messaggio non sia stato recepito. Questa pellicola è estremamente attuale, rivedendo le scene non sembra che sia cambiato niente ( a parte le dimensioni dei telefoni portatili) dagli anni ‘80. L’immagine del mondo di allora data da Oliver Stone è identica a quella dei giorni nostri, soprattutto l’avidità degli imprenditori e dei finanzieri. L’unica cosa che manca sono le Torri Gemelle, ma questa è tutta un’altra storia. Se volete rispolverare una vecchia pellicola questo è certamente il film giusto nel momento giusto. O nel momento sbagliato, dipende solo dai vostri Fondi Pensione.

Fabrizio Cirnigliaro

Frasi Celebri

“È tutta una questione di soldi, il resto è conversazione”.

“Io non creo niente: io posseggo. E noi facciamo le regole: le notizie, le guerre, la pace, le carestie, le sommosse, il prezzo di uno spillo. Tiriamo fuori conigli dal cilindro mentre gli altri, seduti, si domandano come accidenti abbiamo fatto. Non sarai tanto ingenuo da credere che noi viviamo in una democrazia, vero? È il libero mercato, e tu ne fai parte”.

 

Curiosità dal Web

Il titolo originale di questo film doveva essere “Avidità”.

Il film è dedicato alla memoria del padre di Oliver Stone, agente di borsa a Wall Street, morto un anno prima dell’ uscita del film.

La lavorazione del sequel di questo film, “Money never Sleep”, la cui uscita era prevista nel 2009, è stata sospesa dagli sceneggiatori a causa dell’ attuale crisi finanziaria

Rimandi incrociati

Se vi è piaciuto questo film vi consiglio: Il falò delle vanità, The bank, 1 km da Wall Street, Una poltrona per due

Libri: Economia Canaglia Loretta Napoletani, Shock Economy Naomi Klein

VISTI PER VOI

Twilight

Regia: Catherine Hardwicke

Attori: Kristen Stewart, Robert Pattinson, Taylor Lautner, Michael Welch, Justin Chon

Genere: Azione, Horror

Durata: 150 minuti circa

Quando un libro ha successo, è quasi naturale che abbia la sua trasposizione cinematografica. I lavori di Stephenie Meyer (che nel film è presente in un piccolo cameo), hanno incontrato i gusti dei lettori della nuova generazione con le sue atmosfere oscure, immerse nella quotidianità e tra i banchi di un liceo, ma Twilight non si sottrae al teorema secondo cui raramente l’opera cinematografica riesce ad eguagliare la bellezza del libro. Al di là della trama, la storia prosegue senza colpi di scena particolarmente esaltanti. Tutto gira attorno a Bella ed Edward , il vampiro coprotagonista della storia(interpretato da Robert Pattinson, il Cedric Diggory di Harry Potter ed il calice di fuoco), e al loro amore frustrato. I caratteri di tutti i personaggi meritavano di certo un ulteriore approfondimento. Ad animare il film intervengono tre antagonisti, il cui background è così trascurato che sembrano posti sulla scena quasi per caso. D’altro canto la scenografia e la fotografia sono davvero ben curate, con sfondi coinvolgenti e suggestivi che riescono ad emozionare lo spettatore. La regia è sempre precisa e puntuale, anche nei momenti più frenetici, regalandoci splendide inquadrature a tutto campo. Splendida la colonna sonora. Un film accettabile, alla quale la sezione marketing della Summit Entertainment, casa produttrice del titolo, ha dato un contributo enorme illudendo i media di avere in produzione un capolavoro, che ha deluso amaramente la critica.

Voto 6,5

Giovanni Cantamessa

Fabrizio Cirnigliaro

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: